Ricetta per l’anno nuovo. La scacciata al forno

Siamo giunti alla resa dei conti di questo 2018 come sempre per alcuni straordinario per altri forse un po’ meno. Quanti di noi hanno trascorso il 2018 ripetendo “da lunedì mi metto in riga”? Dopo le recenti maratone natalizie per tornare in forma dovremmo partire col rinunciare, tra le tante pietanze, alla scacciata al forno. Ma ne vale davvero la pena? Noi per non farci mancare niente l’abbiamo preparata fino ad Anversa presso i nostri bestfriends. Naturalmente salsiccia, pecorino fresco e olio sono rigorosamente e orgogliosamente siciliani.


main

Scacciata al forno con salsiccia e broccoli

Ingredienti (dose per 6 persone)

  • Farina 00: 500 g
  • Farina di semola: 500 g
  • Salsiccia di maiale sbudellata: 1 kg
  • Pecorino primo sale o tuma: 500 g
  • Broccoli: secondo i vostri gusti
  • Cipolla fresca: un mazzo
  • Olive in salamoia: una vaschetta piccola
  • Olio EVO: due cucchiai
  • Zucchero: due cucchiai
  • Sale: quanto basta
  • Lievito di birra: 24 g

Procedimento

Difficoltà media. L’impasto va preparato in anticipo visti che dovrà lievitare almeno 4 ore (farina, acqua, zucchero, lievito). Mentre aspettate vanno preparati gli ingredienti: i broccoli vanno scaldati, la salsiccia privata del budello, la cipolla tagliata a rondelle, il formaggio a cubetti e le olive tagliate e snocciolate. Scelta una teglia capiente stendere l’impasto sul fondo su un foglio di carta da forno e distribuire uniformemente gli ingredienti (in successione cipolla, salsiccia, broccoli, formaggio, olive) per poi ricoprirli con un altro strato di pasta. Aggiungere l’olio prima di chiudere tutto e assicurarsi che i due strati siano ben saldati tra loro.


Infornare per 45minuti a 200°C

Possibili varianti

Per chi non ama i broccoli può semplicemente farne a meno. Si potrebbe anche sostituire la salsiccia con il prosciutto o il pecorino con un formaggio meno invadente, ma ovviamente il risultato finale sarà diverso. Alcuni aggiungono le patate, ma ritengo che, oltre che appesantire la pietanza, vadano ad interferire sul sapore finale.

Come riuscire a dimagrire rinunciando a questa prelibatezza? Non lo sappiamo
Dimenticavo, il giorno dopo è ancora più buona.

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *