Peperoni in padella mollicati con uvetta e pinoli

Con l’avvento dell’estate, tra le numerose verdure di stagione, i peperoni diventano l’ingrediente perfetto per i contorni: arrostiti, al forno o in padella.
Del resto, si sa! Sono un piatto veramente gustoso ma che il più delle volte richiede un dispendioso impiego di tempo e di energie.

“come cucinare i peperoni?”

Se questa domanda vi ha afflitto, almeno una volta, facendovi dubitare della possibilità di riuscire a cucinarli in modo semplice, evitandovi penose operazioni, come quella di spellarli e, con un risultato che sia davvero originale, siete nel posto giusto!
Oggi vi propongo una ricetta che ho più volte modificato nell’arco del tempo ma che, finalmente, mi soddisfa pienamente!
Preparate i fuochi alle padelle ed il vostro olfatto all’inconfondibile profumo dei peperoni!


main


Ingredienti:
peperoni (rossi, gialli e verdi) 1,5 kg
cipolla bianca grande 1
caciocavallo grattugiato 70 gr
provola piccante 50 gr
pangrattato 130 gr
uva passa 50 gr
pinoli 50 gr
sale
pepe
olio evo

Procedimento:
Lavare i peperoni e tagliarli a striscioline larghe non più di 1 cm.
Mondare la cipolla, tagliarla a fettine molto sottili e soffriggerla in abbondante olio d’oliva. Quando si sarà imbiondita, aggiungere le striscioline di peperoni e poco più di mezzo bicchiere di olio evo.
A questo punto: fiamma bassa, coperchio e lasciate appassire per almeno 15 minuti, avendo cura di rimescolarli di tanto in tanto.
Quando saranno appassiti, aggiungete, a fiamma bassa, l’uva passa – precedentemente ammollata in acqua fredda per almeno 10 min – ed i pinoli.
Poco a poco, in quest’ordine e mescolando sempre, aggiungete: pangrattato, formaggi, sale e pepe.
Lasciate insaporire qualche minuto.
Trasferiteli nel piatto da portata e lasciate raffreddare.

peperoni in padella mollica pane 1-min.jpg

NB: i peperoni in padella mollicati possono essere conservati in frigorifero e serviti freddi.

Diventeranno il vostro must-have a tavola, come antipasto accompagnato da bruschette di pane di semola o come sfiziosissimo contorno!

PS: non dimenticatevi di fare la scarpetta!

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *