Panettone salato allo Speck, radicchio, Gorgonzola e noci

Mentre fuori sferza un vento gelido, dentro casa non resta che riscaldarsi accendendo il forno ed inebriando la cucina con il profumo penetrante delle noci tostate.
Vi presento il mio panettone salato con speck. radicchio, gorgonzola e noci.
Un buon bicchiere di vin brule, qualche gioco da tavolo e siamo già pronti a riscaldare la serata.


main


 

Per l’impasto del panettone ho utilizzato la macchina del pane, così da garantirmi un impasto perfettamente lavorato ed una prima lievitazione a temperatura costante.

Ingredienti:

(in ordine di inserimento nel cestello della MDP)
Uova 3
Latte tiepido 200 ml *
Lievito di birra 12 gr (* da sciogliere nel latte tiepido)
Olio evo 1 cucchiaio
Farina 00 200 gr
Farina 0 300 gr
Parmigiano grattugiato 50 gr
Zucchero 1 cucchiaino
Sale 1/2 cucchiaino

Macchina del pane – programma impasto (almeno 1:30 h).
Al segnale acustico (dopo l’impasto e la prima lievitazione) aggiungere:

Groviera grattugiato 50 gr
Gorgonzola dolce 50 gr
Speck a dadini 50 gr
Guanciale a dadini 50 gr
Radicchio a julienne 100 gr
Granella di noci 250 gr

La Macchina del pane, a questo punto, procederà ad un nuovo impasto, breve, per poi completare la lievitazione.
Terminato il programma, raccogliere l’impasto, impastandolo delicatamente fino a creare una palla da riporre nello stampo da panettone.
Io ho utilizzano uno stampo usa e getta del diametro di 22 cm.
Coprire con un panno e lasciare lievitare in forno con la luce accesa, per circa un’ora.
Una volta lievitato, decorare la parte superiore del del gorgonzola, parmigiano e gherigli di noce.
Preriscaldare il forno, statico, e cuocere a 200° per un’ora circa, facendo attenzione a far dorare la crosta superiore.
Terminata la cottura, per evitare che la parte superiore sgonfi, sarà necessario appendere il panettone a testa sotto…ma come?
Personalmente, ho risolto il problema infilzando il fondo con dei fusilli per maccheroni (sottilissime bacchette d’acciaio), ed appoggiandone le estremità ad una insalatiera abbastanza profonda da tenere sospeso il panettone.
“Che fatica!”, direte. Ebbene, dopo tanto lavoro assaggerete, oltre che un ottimo panettone salato, una grande soddisfazione!

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *