Hombrewing 1.1 Tutti i dubbi della seconda cotta ALL GRAIN

La seconda volta è sempre più difficile soprattutto quando la prima è andata molto bene e l’asticella va alzata di qualche centimetro. In tanti hanno assaggiato la nostra prima birra ALL GRAIN e nonostante non diventeremo mai dei mastri birrai, ricevere tanti complimenti fa sempre piacere.

Facciamo allora che non sia stato un caso!

Entusiasti della prima birra, ancora prima di assaggiarla, abbiamo acquistato un nuovo kit ALL GRAIN per produrre una birra scura, ma per quest’ultima c’è tempo fino all’inverno prossimo. Trattasi ancora di prime esperienze quindi ritengo sia essenziale continuare con la stessa ricetta e magari approfondire e migliorare qualche passaggio dove siamo stati inesperti o frettolosi.

I primi 3 dilemmi dell’homebrewer

  • Quanta acqua utilizzare durante la cotta

Di norma durante la cotta si utilizzano 3 litri/kg di acqua sia per il mashing che per il lavaggio delle trebbie. Può succedere, come è successo a noi, che la temperatura dell’ambiente e le dimensioni delle pentole incidano sulla resa finale a causa dell’evaporazione dell’acqua. Anche le trebbie trattengono un bel po’ di acqua, ma questo è un dato di fatto facilmente prevedibile. La nostra resa è stata di 18 anziché 23 litri, motivo per cui per questa cotta abbiamo deciso di aggiungere 1 litro d’acqua rispettivamente nelle trebbie e nell’acqua di lavaggio.

acqua_mash

Durante la Luppolatura anziché affidarci esclusivamente al filtro bazooka abbiamo preferito inserire i luppoli in delle calze di nylon a maglia stretta

  • Come e quando misurare la densità

Oltre a misurare con il densimetro la densità iniziale (OG Original Gravity) a fine raffreddamento e la densità finale (FG Final Gravity) più volte fino a fine fermentazione potrebbe essere utile un rifrattometro. Quest’ultimo, a differenza del densimetro che è efficace a temperatura ambiente, si può utilizzare a temperature differenti, il valore ottenuto va convertito e confrontato con la OG di riferimento. Nel nostro caso prima della bollitura avevamo 12 brix che corrispondono a circa 1048 SG (Specific density), un valore accettabile. Naturalmente un’ora di bollitura determinerà ulteriore evaporazione quindi se la mia densità iniziale risultasse notevolmente più bassa potrei decidere di aumentare il tempo di ebollizione, al contrario invece, potrei aggiungere dell’acqua. Riguardo alla bassa resa dell’ultima volta, la minore quantità di acqua ha portato ad una OG più alta con conseguente FG maggiore (non siamo scesi al di sotto dei 1020 SG)

densimetro

 

  • Doppia fermentazione si o no

Se volessimo rendere la nostra bevanda dorata più limpida, sempre nei limiti della birra fatta in casa, dovremmo necessariamente ricorrere alla doppia fermentazione. Un primo upgrade all’attrezzatura è stato quindi l’acquisto di un secondo fermentatore in plastica (non entrerà mai in contatto con mosto ad alte temperature) e graduato (posso misurare facilmente il volume finale e quindi la quantità di zucchero di priming). Con due fermentatori interromperemo il riposo del mosto a metà ciclo fermentativo travasandolo e lasciando tutti i lieviti depositati sul fondo del recipiente da svuotare. Prima del priming, quindi dopo altri sette giorni, è utile fare un ulteriore travaso nel fermentatore libero in modo tale da eliminare ulteriori residui.

Consiglio: collocare il fermentatore già in posizione da travaso in modo tale da non muovere assolutamente il mosto ed evitare che il lievito sul fondo risalga in superficie

Consiglio: sciogliere a parte lo zucchero di priming in pochissima acqua bollente, raffreddare e una volta sciolto aggiungere al fermentatore. Conviene far sciogliere a parte pure il lievito, ma questa volta in un po’ di mosto a temperatura ambiente (occhio sempre a sterilizzare tutto)

 

seconda_fermentazionePer quanto riguarda la ricetta ci siamo affidati alla Pilsner di Paolo Lunardon che utilizza materie prime vendute su pinta.it. Avendo comprato i singoli ingredienti abbiamo utilizzato complessivamente 6kg di malto per ottenere all’incirca 27 litri di birra (limite massimo della nostra pentola)

PILSNER BEER (circa 27 litri)

  • 5 Kg Malto Ireks Pilsner
  • 1 Kg Malto Ireks Karamell Wasserhell
  • 54 grammi Luppolo Hersbrucker (60 min.)
  • 30 grammi Luppolo Tettnang (15 min.)
  • 30 grammi di scorza di Cedro (15 min)
  • 1 bustina di Lievito Nottingham Ale per 15-24°C
  • Protein rest: 52°C per 10 min
  • Mash: 67°C per 50 min
  • Mash Out: 78°C per 10 min
  • OG: 1046
  • FG: 1012
  • Priming: 5-6 grammi/litro

Conclusioni

Il viaggio nel mondo della birra artigianale è appena iniziato. Questa volta siamo partiti direttamente dal malto in grani non macinato, abbiamo diviso la fermentazione in due fasi, perfezionato il priming e aggiunto il nostro primo aroma!

imbottigliamento_birra

 

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *