Le Rame di Napoli – racconti golosi dal Regno delle Due Sicilie.

Continue reading “Le Rame di Napoli – racconti golosi dal Regno delle Due Sicilie.”

Liquore di limone verdello

Protagonista dell’autunno è senza dubbio il liquore di limone verdello. Qui in Sicilia l’autunno sa ancora di Estate. Tra una pioggia e l’altra si respira un’aria frizzante, le campagne e i boschi si inondano di profumi. Dopo le vendemmie è ormai tempo di conserve per prepararci all’inverno. Tempo libero permettendo non si può rinunciare ad una passeggiata tra i boschi con la possibilità di raccogliere castagne, noccioline e, perchè no, funghi. Per i più indaffarati come noi i jardini ovvero i nostri piccoli giardini appena fuori dal paese ci offrono frutti altrettanto utili come per esempio le mele cotogne o i melograni, per non parlare dei fichidindia. 

Il limone ancora verde già solamente al tatto sprigiona una quantità di oli essenziali che letteralmente ci si ubriaca di profumi. I liquori permettono di intrappolare questi aromi per poi goderne per esempio a Natale o nei pranzi domenicali invernali che da queste parti hanno sempre bisogno di un digestivo finale! 

Non è la sede adatta per parlare dei benefici del limone visto che stiamo parlando di un liquore! Visto che per il liquore si utilizza solo la scorza, abbiamo pensato di estrarre comunque il succo e congelarlo in piccole dosi (i classici stampi per ghiaccio) in modo da sopperire alle emergenze, ahimè sempre frequenti, soprattutto quando dobbiamo abbassare il pH del mosto durante le nostre lunghe giornate di homebrewing.

Perchè si chiama Verdello?

Il limone verdello non è una vera e propria varietà di limone, ma è il risultato di una tecnica colturale che consiste nel forzare la fioritura della pianta a metà estate in modo da ottenere dei limoni tardivi che si possono raccogliere ancora verdi. A inizio estate si sospende l’irrigazione degli alberi per almeno un mese in modo tale che la crescita si blocchi, a metà estate di irriga abbondantemente in modo da provocare una fioritura tardiva e quindi un frutto fuori stagione. Il suolo vulcanico etneo, molto drenante, si presta a questo espediente perchè si riesce molto facilmente a tenere all’asciutto la pianta.

La ricetta del liquore verdello

Ingredienti:

  • scorza di almeno 30 limoni verdelli
  • un litro di alcool alimentare
  • un litro di acqua
  • 500 grammi di zucchero

NB: La quantità di zucchero può variare in base ai nostri gusti. La formula più utilizzata è 1-1-1 (1 litro – 1 litro – 1 kilo). Noi preferiamo un prodotto un po’ meno dolce e leggermente più alcolico

Procedimento

Preparare quanta più scorza possibile, riporla in un recipiente e versare l’alcool assicurandosi che non rimangano parti scoperte. Per tenere le scorze sempre in immersione possiamo utilizzare un limone come peso. Quest’ultimo espediente potrebbe alterare il sapore finale rendendo il tutto un po’ più amaro.
Chiudere ermeticamente il recipiente con le scorze infuse nell’alcool, riporre in luogo fresco e lasciare macerare per 15 giorni.
A fine macerazione preparare lo sciroppo di acqua e zucchero e lasciare raffreddare.
Filtrare l’alcool e unire allo sciroppo.
Imbottigliare e lasciare riposare per almeno un mese.

Non è banalmente limoncello, il colore è verdastro e il sapore è leggermente più agro, ma soprattutto è una fresca e profumata giornata di Ottobre.

Le more di rovo in cucina. Un’esplosione di dolcezza in piena estate.



Un’esplosione di dolcezza in piena estate.

La mora selvatica è il frutto – o meglio un agglomerato di piccole drupe –  del rubus ulmifolius comunemente detto rovo selvatico.
Si differenzia dal rubus fruticosus detto rovo coltivato per l’assenza delle spine e i frutti leggermente più piccoli. Questo arbusto è caratterizzato da lunghi rami spinosi e dalla sua tendenza ad essere infestante. Si propaga con una facilità disarmante, né fuoco né falci riescono ad ostacolarne la crescita. Vere e proprie barriere invalicabili ricoprono spesso i bordi stradali o i margini dei boschi.
Nonostante noi consideriamo le more come facenti parte della categoria dei frutti di bosco, il rovo, è una pianta che ama molto il sole.

Come accadeva per tantissime altre essenze, i nostri avi utilizzavano non solo i frutti dei rovi, ma anche le altre parti.
Per esempio, i germogli apicali primaverili del rovo selvatico possono essere mangiati così come si fa con molte altre erbe primaverili oppure utilizzati per preparare infusi e decotti contro diarrea, mal di gola e c’è chi dice anche mal di denti. 
Ma per noi il vero miracolo della natura sono le more, frutti molto succosi prima verdi e rossi, poi neri quando sono maturi.
Sono molto ricche di Vitamina C, acido folico, carotenoidi, fibre e manganese.

I roveti sono spesso utilizzati per realizzare corridoi ecologici a protezione della microfauna

Le more selvatiche in cucina

Molto simili ai lamponi le more maturano in piena estate e devono essere consumate fresche come nella nostra crostata di more. In alternativa possono essere conservate sotto forma di marmellata o congelate. In questo articolo proponiamo un liquore alle more dal gusto molto delicato e ottimo come digestivo a fine pasto


Le more selvatiche vanno raccolte in compagnia del proprio lui o della propria lei, preferibilmente dopo un temporale estivo che, oltre a rendere la “passeggiata” più confortevole, assicura un raccolto più pulito e più succoso.

Ricordate, prima di partire per more, bisogna parafrasare:

“Andiamo a more, amore?”

Vi regaliamo una piccola fotogallery della nostra passeggiata “AMOROSA”. Buon divertimento!

GRANITA SICILIANA CON BRIOCHE – la storia e le ricette

Continue reading “GRANITA SICILIANA CON BRIOCHE – la storia e le ricette”

sale nella pasta

IL SALE NELLA PASTA. QUANTO BASTA?

Continue reading “IL SALE NELLA PASTA. QUANTO BASTA?”

Etichette fai da te per barattoli e bottiglie in cucina

Continue reading “Etichette fai da te per barattoli e bottiglie in cucina”

La Sagra delle Ciliegie e delle Rose: un paese, una storia.

Continue reading “La Sagra delle Ciliegie e delle Rose: un paese, una storia.”

BEER CATANIA 2018 – Spring – COME NASCE LA BIRRA IN SICILIA

Continue reading “BEER CATANIA 2018 – Spring – COME NASCE LA BIRRA IN SICILIA”